News

Controlla gli aggiornamenti di mercato

Agevolazioni “Prima Casa” : come evitare le sanzioni o pagarle in forma ridotta in caso di decadenza.

ALLOGGI A FOSSANO

Agevolazioni “Prima Casa” : come evitare le sanzioni o pagarle in forma ridotta in caso di decadenza.

  1. Dove non sono ancora trascorsi i 18 mesi per il trasferimento della residenza, la parte acquirente ha la possibilità di revocare la dichiarazione resa nell’atto  notarile di compravendita  e di chiedere la riliquidazione dell’imposta;   deve presentare un’istanza all’Agenzia delle Entrate dove  l’atto notarile di compravendita  è stato registrato. L’Agenzia delle Entrate riliquida l’atto di compravendita e notificherà  un avviso di liquidazione dell’imposta dovuta, con gli interessi, calcolati a decorrere dalla data di stipula dell’atto notarile di compravendita. Non viene applicata la sanzione del 30% perché l’istanza  è stata presentata entro i 18 mesi.
  2. Dove la parte acquirente dopo i 18 mesi non trasferisce la residenza e non presenta  un’istanza di revoca all’Agenzia delle Entrate, si verifica così la decadenza dell’agevolazione “prima casa”.  Si deve ricorrere con un ravvedimento operoso, se non gli è stato ancora notificato un atto di liquidazione o un avviso di accertamento. La parte acquirente deve presentare un’istanza all’AdE dove è stato registrato l’atto notarile per comunicare l’intervenuta decadenza dell’agevolazione e richiedere la riliquidazione dell’imposta con l’applicazione delle sanzioni in misura ridotta. L’AdE dopo avere riliquidato l’atto registrato,  notificherà  l’avviso di liquidazione dell’imposta dovuta con gli interessi e la sanzione ridotta.  
  3. Prima che sia trascorso un anno dalla rivendita dell’immobile acquistato con le agevolazioni, la parte acquirente comunica l’intenzione di non voler acquistare un’altra abitazione all’AdE dove è stato registrato l’atto notarile. Non scatterà così alcuna sanzione: il contribuente pagherà la differenza tra l’imposta versata al momento dell’acquisto e quella dovuta, oltre agli interessi .
  4. La parte acquirente lascia trascorrere il termine di 12 mesi, senza acquistare un nuovo immobile o comunicare all’AdE di non voler più usufruire dell’agevolazione “prima casa”, si verifica così la decadenza dei benefici della “prima casa”; può avvalersi del ravvedimento operoso per ottenere la riduzione delle sanzioni sempre che  non gli è stato già stato notificato un atto di liquidazione oppure un avviso di accertamento.

Secondo Capra Agente Immobiliare dal 1996 Viale Regina Elena 19 (primo piano) Fossano cell. 3484409348